Fuori dal Campo

Giornata nazionale della colletta alimentare, l’amministrazione Melucci sostiene l’impegno del Banco Alimentare

27.11.2020 17:42

L’Amministrazione Melucci anche quest’anno affianca la storica iniziativa del Banco Alimentare, la Giornata Nazionale della colletta Alimentare, che si svolgerà in modalità “dematerializzata”.

Dal 21 novembre all’8 dicembre, infatti, è possibile acquistare alle casse dei supermercati aderenti le card del valore di 2, 5 e 10 euro, che verranno convertite in prodotti alimentari per tante persone in difficoltà. Sarà possibile partecipare alla colletta anche online su Amazon.it, Esselungaacasa.it e Mygiftcard.it

L’iniziativa è stata annunciata questa mattina a Palazzo di Città dal sindaco Rinaldo Melucci, dall’assessore ai Servizi Sociali Gabriella Ficocelli e dal presidente del Banco Alimentare Luigi Riso.

«Il nostro sostegno all’iniziativa del Banco Alimentare non poteva mancare – le parole del primo cittadino –, soprattutto in questo particolare frangente che vede affacciarsi alla fragilità nuove fette della popolazione. Senza i volontari, senza il Banco Alimentare probabilmente non riusciremmo a far fronte alle esigenza di tante famiglie in difficoltà. Per questo tributiamo loro il nostro ringraziamento, grazie a loro stiamo dimostrando di poter essere prossimi alla comunità, anche grazie alle risorse che stiamo investendo, in totale 800mila euro, tra buoni spesa e beni di prima necessità».

Quest’anno è più difficiel del solito e senza la rete di volontari e l’eccellenza del Banco laimnetare non riusciremmo a far fronte alle esigenze di famiglie che erano fragili e lo sono diventato. Tributiamo un ringraziamento, lo facciamo quando parte la colletta, siamo molto contenti perché grazie a loro stiamo dimostrando prossimità alla comunità. Già destinato 700mila euro

Cambia la forma, quindi, ma non la sostanza della 24esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, perché i prodotti acquistati saranno consegnati alle sedi regionali del Banco Alimentare e distribuiti, con le consuete modalità, alle 40 strutture caritative convenzionate di Taranto che sostengono oltre 10mila indigenti. L’iniziativa della colletta si aggiunge all’attività giornaliera del Banco Alimentare che quest’anno ha consegnato generi alimentari per un valore di circa 1 milione di euro. Il raggiungimento di un così importante risultato è stato reso possibile, oltre che dai numerosi volontari, anche dal prezioso sostegno che l’amministrazione Comunale di Taranto ha voluto fornire. In particolare, grazie all’interessamento del sindaco Melucci e dell’assessore Ficocelli, è stato possibile incrementare l’aiuto alimentare a 107 nuclei famigliari che ne avevano fatto richiesta nel recente periodo di emergenza sanitaria.

Le card prenderanno il posto degli scatoloni e diventeranno i nuovi “contenitori” della spesa. Una spesa che quest’anno non può più essere donata fisicamente, per ovvie ragioni di sicurezza sanitaria. Le stesse che non consentiranno ai volontari di essere fuori dai supermercati (145 mila fino allo scorso anno in tutta Italia), lo saranno solo il 28 novembre, compatibilmente con le norme vigenti nelle singole regioni.

La colletta “dematerializzata” potrà essere effettuata a Taranto solo negli Eurospin (corso Italia, via Lago di Pergusa, via Galeso, via Zara, via Salvo D'Acquisto), nel Penny Market (via Cagliari) e nei Lidl (via Galileo Galilei, via Mazzini).

Commenti

Iss, monitoraggio: in Italia Rt a 1,08
VIDEO: TST NEWS del 27 novembre