Calcio estero

Premier League 2019: ad una giornata dalla conclusione, ancora sfida aperta tra Manchester City e Liverpool

08.05.2019 17:33

Domenica 12 maggio alle ore 16:00: questi la data e l'orario dell'appuntamento con l'ultima giornata della Premier League inglese 2019, un campionato davvero ricco di emozioni e di spettacolo che, ad appena 90 minuti di gioco dalla conclusione, ancora vede il titolo di campione conteso tra i due club del Manchester City e del Liverpool. 

Il campionato inglese conferma così la sua meritata fama di competizione calcistica di altissimo livello, in chiaro contrasto con la Serie A italiana, la cui vittoria era di fatto già nelle mani della Juventus con diverse settimane di anticipo sulla conclusione della manifestazione.

La classifica parla chiaro: il Manchester City di Joseph Guardiola siede in testa alla classifica con 95 punti e ben 5 vittorie conquistate nelle ultime 5 giornate; Il Liverpool del CT Jurgen Klopp, d'altra parte, segue a stretto giro, ad un solo punto di distanza dal City.

Se ormai è certo che entrambi i club, probabilmente assieme al Chelsea e al Tottenham, parteciperanno alla prossima edizione della Champions League, i giochi restano ancora aperti per quanto riguarda la conquista della Premier League. Certe, invece, le squadre destinate alla retrocessione nel secondo livello del calcio inglese, vale a dire il Football League Championship: Cardiff, Fulham e Huddersfield sono ormai tecnicamente fuori dalla stagione 2019/20 della Premier League.

Chiaramente, a seguire con il fiato sospeso le battute finali del campionato inglese non sono solo i tifosi dei Reds e degli Sky Blues, ma anche gli appassionati di scommesse sportive che hanno puntato sulla vittoria di una delle due formazioni. Stando alle quote pubblicate dai bookmaker (qui un esempio), ad essere favorito per la vittoria è il Manchester City, ma come tutti gli appassionati del calcio d'Oltremanica sanno bene, il campionato inglese è per tradizione imprevedibile e le chance di un finale a sorpresa non sono affatto trascurabili.

Domenica, in occasione della trentottesima giornata di campionato, gli Sky Blues scenderanno in campo contro il Brighton, formazione dell'omonima cittadina nell'East Sussex, a secco di vittorie da ben 9 giornate e ferma in quartultima posizione (ma ormai al riparo dal pericolo retrocessione). A questo dato si aggiunge il fatto che il Brighton è uscito sconfitto dagli ultimi 4 incontri contro il City.

Se una vittoria del Brighton sugli Sky Blues è assai improbabile, va detto che per il Liverpool anche un semplice pareggio potrebbe aprire la strada verso la prima posizione della classifica. In effetti, un pareggio del Manchester City (equivalente ad 1 punto) ed una vittoria del Liverpool (equivalente a 3), sarebbe sufficiente a consegnare ai Reds la vittoria del campionato. Quasi scontata, infatti, la vittoria del Liverpool, che domenica giocherà l'ultimo match della stagione contro il Wolverhampton, con tutti i pronostici a favore. 

Tra gli scenari da prendere in considerazione, chiaramente, c'è anche quello di una sconfitta del Liverpool (che consegnerebbe automaticamente la vittoria al City) oppure di un pareggio contro i Wolves. In questo caso, le due formazioni potrebbero chiudere il campionato a pari merito, entrambe con 95 punti. La differenza reti, tuttavia, decisiva in caso di pareggio, premierebbe i Reds, che con 69 reti all'attivo contro le 65 degli Sky Blues, si aggiudicherebbero il titolo anche nell'improbabile ipotesi di una sconfitta contro il Brighton.

Insomma, campionato ancora tutto da decidere e molte possibilità di assistere a veri e propri colpi di scena, come d'altronde il Manchester City sa bene. Proprio la formazione dei Reds, al termine della stagione 2011/12, fu protagonista di un insperato successo: ferma nella seconda posizione in classifica a pochissimi punti di distanza dal Manchester United, la compagine all'epoca guidata da Roberto Mancini fu autrice di una rimonta travolgente nel match dell'ultima giornata contro il QPR.

Quando tutto sembrava perduto, con la squadra sotto per 1 a 2 al 90', il City riesce a ribaltare le sue sorti durante i minuti di recupero, trovando il gol del pareggio con Dzeko al 92' e, pochi istanti più tardi, quello della vittoria con Aguero. Grazie alla vittoria contro il QPR, il Manchester City ottenne punti a sufficienza per scavalcare il Liverpool ed aggiudicarsi il terzo titolo di campione d'Inghilterra della sua storia, per la gioia dei tifosi che attendevano quella vittoria da ben 44 anni.

 

Commenti

Diavoli Rossi: Stasi, 'Abbiamo fatto una grande stagione'
Italcave Real Statte, adesso si fa dura: pesante ko a Montesilvano