Basket Maschile

Basket M 1a Divisione: Scatto TDG Castellaneta, vittoria in gara 1

20.05.2019 15:08

Una Casatta TDG Castellaneta autoritaria si impone in gara 1 delle semifinali del girone C con il Magic Bari, e apre nel migliore dei modi la sua corsa verso la finale. Davanti ad una cornice di pubblico degna di nota, gara-1 è giallonera con il punteggio di 84-58. Un +26 arrivato grazie al monologo dopo l’intervallo, alzando l’intensità e confezionando il parziale utile per aggiudicarsi il primo round. Mercoledì al PalaCarrassi (ore 21) si torna in campo per gara-2 per provare a chiudere subito la serie.

Sono Resta e Alecci ad aprire le danze, positivo l’impatto dei gialloneri sotto le plance con il 13-5 al 5’. Sembra il classico inizio in discesa, ma l’atmosfera da playoff pare giocare un brutto scherzo ai padroni di casa, rimontati sul 14 pari all’8’ grazie alle bombe di uno scatenato Martinelli. Compagnone chiama timeout per suonare la sveglia, l’effetto è immediato. Due triple di Scarati e l’ottimo capitan Resta non rendono ancora rassicurante il gap al 10’ (20-15), ma basta poco per stabilire le giuste distanze: Scarati sale in cattedra e guida i suoi in un break di 14-4, condito dai canestri che arrivano dalle seconde linee. Il 34-19 al 16’ fa credere in una gara prossima alla chiusura a doppia mandata, ma ancora una volta Castellaneta stacca la spina e consente al Bari di riavvicinarsi: parziale di 4-12 con Martinelli e Sassanelli a fare la voce grossa, tutto da rifare all’intervallo sul 38-31.

Nella ripresa i ragazzi di coach Compagnone rientrano con un piglio diverso e danno subito vita alle prime fiammate: dall’arco Resta e Rotolo scrivono il nuovo allungo sul +13 (44-31 al 22’), ma Cuomo in area permette al Bari di ritornare a contatto (45-37 al 24’). Rotolo decide di mettersi in proprio nel parziale di 11-0, chiuso da un gioco da quattro punti: è la pietra tombale sul match, +19 al 27’, che diventa +29 sul finire di frazione con due siluri di Scarati. Nell’ultimo quarto i gialloneri non sono appagati e continuano a lavorare ai fianchi l’avversario: Alecci recupera palloni dalla spazzatura e li tramuta in canestri, e insieme a D’Andrea scrive la parola fine sull’incontro, che arriva quando il tabellone luminoso segna l’84 a 58.

CASTELLANETA: Scarati 22, Rotolo 11, Alecci 16, Resta 21, A. De Gioia 2; D'Andrea 5, Picaro 4, G. De Gioia 2, Montrone 1, Galli. All. Compagnone
BARI: Martinelli 13, Monetti 4, Sassanelli 11, Cela, Cuomo 13; Villanova 7, Genchi, Cuccovillo 2, Longo 2, Pastore 6. All. Cimaglia
PARZIALI: 20-15, 38-31; 69-43, 84-58
ARBITRI: Pocognoni di Leporano (TA) e Masiello di Massafra (TA)
NOTE: circa 130 spettatori presenti con piccola rappresentanza ospite

 

Commenti

Morrone, la boxe si tramanda di padre in figlio
Allievi Sperimentali, la Real Virtus Grottaglie sfiora la rimonta contro i Diavoli Rossi