Taranto F.c.

Nardò: Convinzione Bertacchi, 'Troveremo un Taranto avvelenato'

21.11.2018 12:59

Un gran bel cammino per il Nardò che si presenterà al derby con il Taranto in piena zona play off dopo aver pareggiato a Bitonto. A commentare la situazione a Tutto Sport Taranto, è uno dei perni della squadra di Taurino, Giorgio Bertacchi: “Il morale è buono anche perché ci troviamo in un ottimo momento nonostante varie assenze importanti”.

-Sappiamo che il Nardò dovrà fare a meno di alcune pedine importanti. Delineaci la situazione.

“Sicuramente, non saranno della partita Cassano out fino a maggio e Kyeremateng squalificato. Molinari e Prinari non stanno bene. Speriamo di recuperare qualcuno”.

-Nardò-Taranto è una partita sentita soprattutto da parte dei vostri tifosi. Che aria si respira in terra neretina?

“Innanzitutto, spetta a noi lavorare bene e non trovare alibi: vogliamo fare sempre buone cose. Affrontiamo il Taranto ma non c’è nulla di speciale: tutte le partite vanno giocate alla stessa maniera. Sicuramente, per i nostri tifosi è un derby sentito: sappiamo quanto ci tengono e perciò cercheremo di fare ancora di più”.

-Il tuo punto di vista sul Taranto…

“Conosco praticamente tutti i calciatori ionici e so che sono esperti e forti. Il team rossoblù non si è ancora sbloccato del tutto ma sono convinto che lotterà, fino alla fine, per la vittoria del campionato. Il Taranto ha dei ricambi validi ed è forte in ogni reparto”.

-Si sfidano due compagini d’alta classifica: a che tipo di match assisteremo?

“Mi aspetto una gara combattuta e spero, anche, bella. Sarà una battaglia sia perché è un derby che perché il Taranto arriverà avvelenato dopo il pareggio con la Gelbison; noi, lotteremo per tornare al successo perchè domenica scorsa volevamo il risultato pieno”.

-Chiudiamo con il campionato. Parlaci di questo girone H.

“E’ un raggruppamento molto combattuto in cui non esiste una squadra che domina come il Potenza nel passato campionato. In ogni partita bisogna fare attenzione anche perché la classifica è corta: tra la zona play off e quella play out ci sono soltanto sei-sette punti di distacco. Questa edizione è più difficile rispetto a quelle passate”.

Commenti

Talsano: Palombella, 'La salvezza deve passare da casa nostra'
Diavoli Rossi: Stasi, 'Con il Taranto avremmo meritato minimo il pari'