Promozione Pugliese

Ginosa ko a Monte Sant'Angelo

09.04.2018 13:04

 

MONTE S. ANGELO - GINOSA  2-0

 

MONTE S. ANGELO: Leo, Augelli (34’ pt Mic. Lauriola), Ciuffreda, Palumbo (34’ pt Totaro), Annese, Fiorentino, Recchia, Daddetta, Prencipe (16’ st De Bellis), Gemma, Gallo. A disp.: Giuffreda, Facciorusso, Mat. Lauriola, Lupoli. All. D’Arienzo

GINOSA: Ciarfaglia, Santoro (37’ st Tenerelli), Presicci, Donno (44’ st Orfino), Buttiglione, Bitetti, R. Bozza (31’ st Cappiello), Romeo, D. D’Angelo, Lovecchio (8’st Cifarelli), Egitto. A disp.: Giampetruzzi, F. D’Angelo, Mongelli. All. Pizzulli

ARBITRO: Antonio Daloiso di Taranto (Assistenti: Pasquale Vitobello e Davide Peschechera di Barletta).

RETI: st 29’ De Bellis, 49’ Recchia.

NOTE: Ammoniti Leo, Recchia, Prencipe, Totaro e De Bellis (M), Santoro, Donno e Bitetti (G).

 

MONTE S. ANGELO – Il Ginosa cede a quindici minuti dalla fine, per poi incassare il raddoppio dei foggiani nei minuti di recupero. Una sconfitta che non compromette l’obiettivo della salvezza diretta, rimandata alla penultima di campionato (ultima casalinga stagionale). Gara sostanzialmente equilibrata, con padroni di casa più cinici sottoporta. Prima frazione avara di emozioni. Da registrare al 44’ una conclusione dai venti metri di Buttiglione che sorvola di poco la traversa. Ripresa più vivace, con i dauni che negli ultimi quindici minuti centrano il successo. Dopo una prima mezzora in cui i biancazzurri controllano con ordine il match, al 29’ il Monte S. Angelo trova il guizzo vincente per sbloccare il risultato: lancio in profondità per Gemma che dal fondo pesca in area De Bellis, il quale infila sottoporta. La reazione ospite giunge al 35’ quando Bitetti scarica un diagonale maligno ravvicinato che sfila di poco a lato, mentre al 38’ ancora Bitetti, da distanza ravvicinata, impegna severamente Leo e sul tap-in Tenerelli, dal limite, calcia al volo trovando la deviazione fortunosa di un difensore che si rifugia in angolo. La compagine foggiana, comunque, non disdegna folate in avanti ed al 45’ va vicina al raddoppio con De Bellis che, dal limite, lascia partire una conclusione velenosa con palla a lambire il palo. Raddoppio che giunge al 49’ quando Recchia, dal limite, inventa una conclusione maligna e precisa che si infila nell’angolo alla sinistra di Ciarfaglia, mettendo la parola fine al match. Un successo, per i padroni di casa, che tiene vive le speranze di disputare i playout. Per il Ginosa, invece, un ko da riscattare domenica nel match al “Miani” contro il Trulli e Grotte, con l’obiettivo di conquistare il bottino pieno per conseguire la certezza matematica della salvezza diretta.

 

                                                                                               Domenico Ranaldo

 

Commenti

Basket, la stagione delle tarantine in Prima Divisione
La stagione dei Diavoli Rossi si chiude tra sorrisi ed emozioni