Eccellenza Pugliese

Massafra: Ecco Cantalice, 'Non ci ho pensato due volte, società molto seria'

Il difensore: 'Lotteremo sempre con voglia e fame'

27.07.2020 17:27

Letteralmente scatenati il ds Franco Sgrona e il numero uno del Massafra Fernando Rubino che si assicurano un altro colpo over per la difesa giallorossa che nel prossimo campionato militerà nell’ostico campionato d’Eccellenza Pugliese. Si tratta del classe 1992, nato a Bari, Nicola Cantalice (può essere adoperato sia come centrale che come terzino sinistro. In passato ha militato per due anni nella formazione del San Paolo (diventata poi Quartieri Uniti) in Eccellenza, poi nel Trulli e Grotte Castellana e nelle ultime due stagioni nel Castellaneta, prima in Prima Categoria e poi in Eccellenza, proprio con il tecnico D’alena.

Ecco le prime dichiarazioni di Nicola Cantalice: “La trattativa? Da parte mia è stato subito si visto che conosco il tecnico D’alena e il Direttore Sgrona: sono persone serie. Inoltre andrò a giocare in una piazza importante che manca da tanto in Eccellenza. Non ci ho pensato due volte”.

GLI OBIETTIVI: “Ovviamente voglio far bene: vengo da un infortunio e ho tanta voglia di giocare. Ho conosciuto lo staff e ho appreso che sono persone che amano vincere ed arrivare quanto più in alto possibile”.

IL CAMPIONATO: “Principalmente ci sono tre squadre molto competitive, vale a dire il Barletta, il Martina e la Sly Trani. Pensiamo a noi senza nessun problema e ce la giocheremo sempre a viso aperto. Penso che se faranno due gironi da dodici beccheremo il Nardò e il Martina. Lotteremo sempre al massimo con tanta voglia e fame anche perché i campionati non sempre si vincono con i nomi”.

MESSAGGIO: “Ai tifosi massafresi non gli si può dire niente: sono sicuro che ci daranno un grande sostegno. Speriamo di giocare da subito con il pubblico perché rappresenterebbe il dodicesimo uomo in campo. Questa società, inoltre, è all’altezza della piazza e ha un bel progetto. Nei prossimi anni possono puntare al salto di categoria”.

CANTALICE: “Ovviamente non sono un Pirlo o uno Zidane ma in campo do’ tutto e, perciò, è difficile superarmi. Inoltre, ho il vizio del gol: due stagioni fa ne realizzai ben cinque, l’anno scorso, nonostante l’infortunio, segnai con il Capurso. Poi ci fu lo stop del campionato”.

UFFICIO STAMPA MASSAFRA – ALESSIO PETRALLA

Si ringraziano:

 

 

Commenti

Castellaneta: Tarquinio, 'Eccellenza? Se il sogno si avvera spero nella vicinanza di tutti'
Mercato: C'è un ritorno in casa Savoia