Danza

Sport e ballo come volano turistico: #ballandoperlacittà spopola sul web

Parte dalla palestra Olimpia Sport&Wellnes di Ginosa e arriva in tutto il mondo l'esempio del maestro Pietro Bongermino e il suo gruppo "Il ballo è vita": "Abbiamo atleti di tutte le età e coi nostri video mostriamo il territorio a tutto il mon

22.02.2022 15:42


Lo sport e il ballo come volano turistico e mezzo di aggregazione per atleti e ballerini di ogni età. Ne è l'emblema il maestro Pietro Bongermino, 31enne originario di Laterza, e il suo gruppo "Il ballo è vita", con un progetto nato quasi per gioco dalla palestra "Olimpia Sport&Wellness" di Ginosa ed arrivato in tutto il mondo grazie a video virali che spopolano sul web.

"La passione per lo sport, i balli di gruppo, caraibici e latini mi accompagna da quasi un ventennio - sottolinea Bongermino - e in questi anni ho conseguito diversi titoli a livello regionale e sono stato finalista ai campionati italiani di danze latinoamericani. Da qualche anno però non gareggio più e mi dedico all'insegnamento. Il nostro gruppo comprende diverse fasce d'età, con un unico comune denominatore: l'allegria e la voglia di fare".

"Ad alcune componenti - continua il maestro - il mio stargli vicino, associato al ballo, sta restituendo ciò che la vita in alcune situazioni gli ha tolto e questo è ciò che mi sprona a cercare di creare qualcosa che le occupi, le stimoli e le riscatti". 

"#ballandoperlacittà nasce per caso, quasi per gioco , da un'idea di mia moglie! Questo progetto consiste nell’andare a girare dei video di ballo col mio gruppo in alcuni paesi più nascosti della Puglia ma altrettanto belli, per poi postarli sui vari social. È uno modo più leggero per promuovere il territorio, la storia, le tradizioni,  l'arte e i prodotti tipici. Così una domenica d'autunno ci siamo recati nel posto che è stata la nostra prima tappa: il sagrato della chiesa madre di Ginosa. Abbiamo girato il video amatorialmente e l'abbiamo postato senza alcuna aspettativa. Dopo qualche giorno il video, ha cominciato a suscitare interesse di molte e le centinaia di condivisioni l'ha reso virale".
Così ho pensato che per la seconda tappa avremmo dovuto rivolgerci ad un fotografo che avrebbe girato il video in maniera professionale e dare il giusto valore alla bellezza dei posti: abbiamo dato vita alla seconda tappa a Marina di Ginosa, località Torremattoni, ma  questa volta con un’idea bene precisa e molto curata. 
In uno scenario che sembrava un’oasi tropicale, ampliatasi in seguito ad una grave alluvione, abbiamo ballato sulle note della canzone estiva “Karaoke” sulla sabbia dorata per poi tuffarci nelle acque del nostro mar Jonio.
In pochi giorni  il video è stato condiviso da migliaia di persone (molte di queste anche all 'estero), ottenendo oltre sessantacinquemila visualizzazioni, migliaia di condivisioni e commenti positivi di utenti che chiedevano subito una terza tappa.  Questa iniziativa completamente no profit ha innescato curiosità anche in alcune pagine social importanti che promuovono il territorio pugliese innescando un processo di promozione turistitica e valorizzazione del territorio". 
"Per la terza tappa dovevo pensare a qualcosa di ancora più particolare e una notte ho sviluppato e immaginato quello che volevo creare: ossia portare vita in un centro storico abbandonato dopo il crollo di via matrice. Abbiamo voluto portare una nuova luce tra le vie di questo posto meraviglioso : il centro storico di ginosa.  Un’esplosione di gioia e colori, in una cornice di storia tradizioni e passioni.   Abbiamo indossato gli abiti caratteristici degli anni 50 e abbiamo portato via matrice a quell'epoca, richiamando i mestieri del passato; tutti svolgevano lavori di quei tempi , dallo schiacciare le fave al ricamare… ad ognuna di loro ho assegnato un compito.  Ho voluto realizzare una sorta di musical nel quale io interpreto il ruolo di un contadino che , arrivando con un cavallo, saluta tutti richiamando la loro attenzione a seguirmi per poi arrivare sul sagrato della chiesa madre e ballare.  In quest'occasione ho voluto coinvolgere anche la mia famiglia e alcuni miei amici che mi sostengono e aiutano nell’ organizzazione delle mie, spesso folli, idee. Nei video look, costumi , scenografia e coreografia sono stati curati interamente da me. In poche settimane anche questo video è diventato virale . Sia in tutta Italia che all'estero".

"Gireremo un prossimo video con tutta probabilità a Taranto, in un progetto che sveleremo nelle prossime settimane - conclude Pietro Bongermino - ma la soddisfazione è già tanta. Un gruppo di persone, partita solo con la volontà di fare sport e movimento, adesso è diventato un esempio di benessere ed amore per la propria terra".

Commenti

Serie C/C: il Monopoli cade anche in casa dell'ACR Messina
VIDEO Monopoli, Colombo: 'Mi assumo tutte le responsabilità. Il primo a commettere errori sono io'