Eccellenza Pugliese

L'Avetrana passeggia: 8-0 contro il Galatina e seconda posizione in solitaria

05.04.2018 22:48

 

AVETRANA - GALATINA 8-0 (27'pt-5'st Cappellini, 36'pt Venza, 45'pt Patera, 14'st Passiatore, 17'st Alemanni, 26'st Prete)

Arbitro: G. Doronzo di Baeletta 
Assistente: A.Dilucia-F.Favilla di Foggia  

Note: ammoniti al 37'st Marra, 40'st Sebastio, 40'st Valente

Avetrana: Strafella, Salto, Margagliotti (14' Rollo), Guerra (14'st Pizzolante),   Calò, Cavalieri, Romano, Patera (5'st Prete), Cellamare (5'st Passiatore), Alemanni, Cappellini (13'st Sebastio), Venza
A disposizione: Petranca, Prete, Cava, Rollo, Pizzolante, Passiatore, Sebastio 
 Allenatore: G. Branà

Galatina: Greco, Skiera (18'st Dell'Anna), Minafra, Murciano, Dell'Atti, M.Cambo'(28'st Zizzari), Valente, Colazzo, Rosato, Marra, C. Cambo
A disposizione: Gentile, Dell'Anna, Zizzari  
Allenatore: Coluccia G.


Avetrana: Al Celestino Laserra va di scena il recupero della gara non disputata il 22 marzo scorso per impraticabilità del campo tra la lanciatissima Avetrana ed una sempre più ultima Galatina. Il tempo sembra essere ancora una volta minaccioso e non lascia presagire nulla di buono ma l'assenza di vento favorisce quello che di lì a poco diventerà un tiepido pomeriggio scaldato dalla goleada dei padroni di casa. L'Avetrana non vuole farsi sfuggire la ghiotta occasione e scende in campo con buona parte dei suoi titolari senza far troppo ricorso al turnover. Al 7' l'onnipresente Cappellini prova già a colpire di testa ma la sua incornata incoccia sul palo. Lo stesso n.10 biancorosso ritenta su calcio da fermo al 20' ma il tiro termina di poco a lato. È questione di minuti, in campo come da pronostico c'è solo una squadra, troppo evidente la disparità dei valori in campo. Dopo il tentativo di Alemanni da fuori area parato prontamente da Greco è Cappellini ad aprire le marcature. Stupendo il lob che trafigge gli ospiti al 27'. L'assedio avetranese è incessante e si concretizza ancor di più al 37' dopo l'incursione di Alemanni il cui fendente viene respinto corto da Greco e Venza anticipa tutti di piatto. 2 a 0 Avetrana. Sullo scadere la terza segnatura tarantina è di Patera, perfetto il suo colpo di testa in area piccola. Le squadre vanno a bere un the caldo sul risultato di 3 a 0 per i padroni di casa che a questo punto possono cominciare a pensare già al prossimo incontro. La ripresa sarà per lo più un allenamento pur nel rispetto di un avversario che ci mette grinta e cuore nonostante un'età media molto giovane. Al 5' ancora il fantasista Cappellini si regala la gioia della doppietta peraonale colpendo di testa su assist di Patera. È l'ultimo atto dell'acclamatissimo Cappellini al quale viene riservato qualche minuto di riposo ed una standing ovation da parte del pubblico accorso numeroso. La sua uscita dal campo non avviene prima di aver accompagnato l'azione che porta al gol Passiatore. Praticamente una precisa parabola da fuori area su cui nulla può Greco.  L'Avetrana macina giocate ed azioni degne di nota e trova l'ennesima marcatura con Alemanni che si ritrova a tu per tu con Greco dopo una micidiale ripartenza. È freddissimo sotto porta e non si fa sfuggire la ghiotta occasione. 6 a 0 per i padroni di casa. Nella girandola di sostituzioni ha fatto ingresso Prete che vuole partecipare con forza alla festa del gol. La sua punizione è perfetta al 24', palla che si insacca alle spalle di Greco. La scorpacciata di reti non è ancora terminata e  quasi allo scadere, al 42' è Salto a regalarsi la gioia del gol, anticipando tutti con un colpo di testa su punizione di Prete. È un 8 a 0 roboante se pur scontato. La festa nel finale è più per il momentaneo traguardo della seconda posizione di classifica che per una gara vinta troppo facilmente per i ragazzi di Branà  che si trovano ora a dover incontrare un tostissimo Bisceglie ancora in lotta nei bassifondi della classifica e due contendenti i vertici alti. Praticamente tre finali separano l'Avetrana da una conclusione di stagione comunque storica ed esaltante.

 

Commenti

Volley, Italia U18M in Slovacchia per gli europei di categoria
D'Errico: "Contro il Massafra per allenarci al meglio per la prossima stagione"