A.e.L. Grottaglie

Grottaglie: sale la febbre da PO

ufficio stampa Grottaglie

11.05.2018 10:08

 

Il conto alla rovescia dice meno due, cresce l’attesa e sale la febbre per la semifinale Play-Off contro la Rutiglianese. Gara importantissima, da giocare in un campo tradizionalmente ostico per i colori biancoazzurri e ricca di tanto significato sportivo visto il blasone delle due formazioni. Partita da dentro o fuori, è un esame senza alternative di riparazione. Si gioca in casa della Rutiglianese perchè, nella regular season, i grifoni si sono classificati meglio (secondo posto) e hanno a loro favore due risultati su tre (pareggio e vittoria). In pratica all’Ars et Labor Grottaglie serve solo vincere, non importa con quanti goal di scarto purchè vinca, solo così potrà ottenere l’accesso alla finale. Settimana lavorativa tranquilla, ambiente giustamente concentrato ma non teso, consapevolezza dell’importanza dell’impegno e tanta voglia di fare bene. La Rutiglianese è squadra solida, ben organizzata, esperta e con buone individualità. Nelle partite di campionato una vittoria per parte con il medesimo risultato, 1 a 0 all’andata (goal di Galeandro su rigore) e 1 a 0 al ritorno (goal di Iurlo da 40 metri). I granata in casa hanno non sono sembrati infallibili, nell’arco del campionato hanno fatto piu punti in trasferta. La difesa, tra le mura amiche, ha concesso qualcosa in più rispetto alle gare fuori casa. Una cosa è lampante guardando le statistiche: la Rutiglianese con i 5 pareggi casalinghi (San Marzano, Capurso, Don Bosco, Mottola e San Vito) ha perso il campionato. È come dire che il campo amico non è poi stato tanto amico. Di sicuro la gara di domenica esula dal campionato e quindi le statistiche potrebbero farsi benedire e sinceramente, viste le forze in campo, è difficile prevedere quale possa essere la mossa giusta di un allenatore o dell’altro perchè sia risolutiva, è un match imprevedibile, sicuramente tattico dove la paura di sbagliare sarà elevata e dove la tenuta atletica sarà fondamentale visti i primi caldi e il finale di stagione. Una semifinale tutta da vivere che vede la Rutiglianese comunque favorita, giocare un incontro così importante davanti al proprio pubblico è indubbiamente un vantaggio. Anche i bianocazzurri avranno certamente al loro seguito un buon numero di supporter che non faranno sentir sola la squadra. Vediamo il regolamento:

Se la gara dovesse rimanere in equilibrio fino al novantesimo saranno giocati due tempi supplementari da 15 minuti, se anche al termine dei supplementari il risultato dovesse permanere in parità verrà premiata la squadra meglio piazzata in campionato. Le ammonizioni e le diffide relative al campionato si azzerano, vengono trascinate nelle gare Play-Off solo eventuali squalifiche pregresse. A tal proposito: tutti a disposizione per il Grottaglie, un solo assente per squalifica nella Rutiglianese, il difensore Gentile. È vigente il regolamento di Coppa, due ammonizioni comportano una giornata di squalifica. La partita sarà diretta dal sig. Antonio Spera della sezione di Barletta già arbitro della gara di ritorno.

Queste le parole del preparatore atletico Giuseppe Ducale: “Sono piuttosto soddisfatto delle prestazioni precedenti della squadra, nonostante i primi caldi, i ragazzi hanno dimostrato una buona tenuta. Per la gara di domenica abbiamo rispettato il programma settimanale considerando che molti hanno già disputato almeno 45 partite e che siamo a fine stagione. Settimana di lavoro tipica senza nessuna aggiunta supplementare. La squadra ha risposto bene alle sollecitazioni, stiamo recuperando gli ultimi infortunati ed essere tutti pronti per la semifinale.”

Di seguito le dichiarazioni di Mister Massimo Marinelli: “L’amichevole infrasettimanale ha dato buone indicazioni, i ragazzi si sono mossi bene, li ho visti concentrati e vivaci. In settimana abbiamo lavorato bene e con tranquillità, ci stiamo avvicinando alla gara con la giusta determinazione. Loro sono un’ottima squadra, in casa sono compatti e hanno un atteggiamento difensivo moto buono difficile da sorprendere, sono abili nelle ripartenze e hanno in rosa elementi di spessore. Noi dobbiamo essere bravi a non farci trovare impreparati, giocheremo come abbiamo sempre fatto in campionato mettendo in campo le nostre qualità senza snaturare le nostre caratteristiche, abbiamo delle certezze e con quelle ci opporremo.”

 

Commenti

Due alunni della Salvemini si qualificano alla Finale Nazionale dei Campionati Studenteschi di Duathlon
Painting Wise cerca il bis