Taranto F.c.

Fasano-Taranto: Il post gara con Panarelli e D'agostino

28.11.2018 22:35

In seguito all’incontro tra Fasano e Taranto, valevole per il recupero dell’ottava giornata del campionato di Serie D girone H, hanno parlato presso la Sala Stampa dello stadio “Vito Curlo” l’allenatore Luigi Panarelli e l’attaccante Stefano D’Agostino.

Queste le parole di miste Panarelli: «Dobbiamo insistere e lavorare, le grandi prestazioni non bastano per vincere. Mi dispiace per il risultato, ora bisogna rialzare il morale di ogni giocatore visto che c’è sconforto dopo questa gara. Il cambio di modulo? Ho inserito Miale vedendo l’ingresso di Formuso nel Fasano, la gara era praticamente finita e abbiamo subito solo quel calcio di punizione sulla fascia. Dispiace perché la nostra mole di gioco è incredibile e oggi abbiamo avuto tantissime occasioni importanti. Questo è un periodo che va cancellato e non vedo l’ora che finisca. La squadra ha dimostrato di avere carattere ma ci manca sicuramente qualcosa per vincere le partite».
La classifica: «Il Picerno deve ancora venire a Taranto, noi ci crediamo e i ragazzi lo dimostrano quotidianamente sia agli allenamenti che nelle gare ufficiali».
Sui tifosi: «Non c’è stata nessuna contestazione al termine della gara, anzi, i nostri sostenitori ci hanno incoraggiato per il prosieguo del campionato».

Di seguito sono riportate le dichiarazioni di Stefano D’Agostino: «Il pareggio così fa male, a questo punto avrei preferito un 1-1. È difficile spiegare quel che è successo, siamo a fine novembre e non potrà girare sempre così, dobbiamo continuare a crederci sempre di più. Bisogna avere autostima perché le prestazioni sono positive nonostante i risultati negativi. Troppe reti subite? Non abbiamo mai momenti di sofferenza ma subiamo i gol ad ogni tiro che concediamo. Sono in una condizione ottima grazie anche al preparatore atletico Ciro Gallo, ho molta forza nelle gambe e sto veramente bene».
Sulla presenza dei tifosi: «Non scopriamo niente di nuovo, nonostante vengano da tanti anni non adatti alla loro storia ci sono sempre vicini e sono molto maturi, nello sconforto riescono a vedere gli aspetti positivi. Non posso che ringraziarli e chiedere di starci vicino perché passerà questo momento e tutti insieme ci prenderemo ciò che meritiamo».
Sull’assist per il gol del momentaneo 1-2: «Conosco bene Oggiano e la sua velocità, ha fatto uno stop stupendo. Quando lo vedo partire cerco sempre il lancio senza neanche pensarci».

Commenti

Basket C/F: Ad Mariora, sabato al Palamazzola arriva il Corato
Minibasket, il responsabile nazionale Maurizio Cremonini a Taranto