Pallavolo Maschile

Tre punti d'oro per la Prisma Taranto che batte 3-0 Verona

16.01.2022 19:34


La Gioiella Prisma Taranto ritrova il successo tra le mura amiche. Nello scontro salvezza contro Verona, la formazione ionica si impone per 3-0 (25-23, 25-23, 25-14) sul taraflex del PalaMazzola nella sfida valevole per la quinta giornata di ritorno del campionato di SuperLega Credem Banca. MVP dell’incontro – disputatosi sotto gli occhi del tecnico della Nazionale Ferdinando De Giorgi – Fabrizio Gironi, autore di ben 14 punti.

IL MATCH. Coach Di Pinto cambia le carte per la sfida contro Verona. Taranto parte con Falaschi in palleggio, Stefani opposto, Joao Rafael e Gironi schiacciatori, centrali Alletti e Di Martino con Laurenzano libero. Verona risponde con Raphael in palleggio, Qafarena opposto, Mozic e Magalini schiacciatori, Aguenier e Cortesia centrali con Bonami libero.

Al primo punto del match firmato da Aguenier rispondono subito Stefani e Gironi, con il muro vincente (2-1). Mozic e Magalini operano il controsorpasso prima del pareggio di Alletti (3-3). Stefani risponde al muro di Aguenier (4-4), Gironi attacca out ma ancora Alletti piazza il primo tempo vincente (5-5). Mozic a muro opera il sorpasso, Di Martino ristabilisce ancora una volta l’equilibrio. Mozic sbaglia l’attacco, Joao Rafael e Di Martino piazzano un mini-break per la Gioiella Prisma Taranto, costringendo coach Stoytchev al timeout (9-6). Al rientro, Falaschi e Cortesia sbagliano il servizio: 10-7. Qafarena accorcia il gap (11-9), Gironi ristabilisce le tre lunghezze di vantaggio con una diagonale vincente (12-9). Stefani risponde agli attacchi vincenti di Mozic (13-11). Joao Rafael e il muro di Falaschi portano i rossoblù sul +4 (15-11). Qafarena attacca sull’asta e consegna il +5 a Taranto, poi Mozic attacca sul muro di Falaschi (16-12). Stefani e Gironi rispondono a Mozic (18-13), poi Aguenier gioca sul muro tarantino prima del nuovo punto di Gironi (19-14). Magalini accorcia ma poi sbaglia al servizio: 20-15. Stoytchev chiama la seconda sospensione a disposizione. Gironi viene murato da Aguenier (20-16), poi lo stesso centrale commette errore in battuta (21-16). Servizio out anche da parte di Gironi (21-17), poi Qafarena piazza l’ace del -3 costringendo Di Pinto al timeout (21-18). Cambio nei rossoblù: dentro Pochini per Gironi in fase di ricezione. L’attacco vincente di Alletti riporta sul +4 Taranto (22-18). Mozic, con un attacco vincente e un ace, porta Verona sul -2 (22-20): Di Pinto chiama la seconda sospensione. Due ace di Mozic permettono agli scaligeri di pareggiare i conti (22-22), poi lo schiacciatore sloveno manda out. Magalini riporta il punteggio in equilibrio (23-23). Di Martino mette a segno il primo tempo vincente, Stefani chiude il set sul 25-23.

Qafarena apre il secondo set con un attacco vincente nei tre metri al quale risponde subito Di Martino (1-1). Mozic piazza un break di 0-2 portando Verona sull’1-3, poi Qafarena sbaglia dalla linea dei nove metri (2-3). Lo stesso Qafarena manda out l’attacco successivo, Stefani commette errore al servizio prima dell’ace di Mozic. Alletti sbaglia il primo tempo: 3-6 e timeout per Di Pinto. Altro ace di Mozic su Joao Rafael, poi Gironi interrompe il parziale positivo dei veneti (4-7). Lo stesso schiacciatore ex Milano sbaglia il successivo servizio, Cortesia lo segue a ruota (5-8). Aguenier passa centralmente, Di Martino mura e riporta sul -3 Taranto (6-9). Gironi risponde a Qafarena (7-10), poi Joao Rafael sbaglia il servizio. Cortesia risponde a Di Martino (8-12), poi Qafarena manda out il servizio. Gironi riporta gli ionici sul -2: Stoytchev interrompe il ritmo con il primo timeout. Alletti porta Taranto sul -1, poi Stefani non riesce a dare continuità al servizio. Joao Rafael fa punto con una ricezione sulla battuta di Mozic, Gironi mette a segno l’ace del pareggio (13-13). Errore al servizio per Gironi, Joao Rafael pareggia i conti. Qafarena riporta avanti Verona, complice anche l’errore in primo tempo di Di Martino (15-17). Lo stesso centrale romano, però, si riscatta e dimezza lo svantaggio (16-17). Joao Rafael pesta la linea sul servizio, Gironi segna col mani-out (17-18). Il muro vincente di Alletti su Qafarena permette alla Gioiella Prisma Taranto di pareggiare nuovamente i conti (18-18), poi Mozic attacca su Falaschi e riporta in vantaggio gli ospiti. Ancora Gironi a segno: 19-19. Stoytchev cambia Aguenier con Zanotti. Qafarena firma il 19-20, poi Mozic sbaglia il servizio (20-20). Secondo timeout per Stoytchev. Gironi mette a segno l’ace prima di commettere l’errore in battuta: 21-21. Stefani sigla il +1 (22-21) mentre il servizio di Alletti finisce sul nastro (22-22). Muro vincente di Di Martino su Qafarena (23-22), pareggiano gli scaligeri ma Joao Rafael si procura il primo set point (24-22). Il sigillo sul set lo mette Stefani, con il muro vincente su Mozic (25-23).

Mozic apre la contesa nel terzo set, lo segue a ruota Gironi. Alletti mura prima Qafarena, poi Aguenier (3-1). Stoytchev fiuta le difficoltà e chiede la sospensione in casa gialloblù. Si ritorna sul taraflex con Gironi che mura Magalini e Stefani che mura Qafarena (5-1). Lo stesso Qafarena interrompe il break di 5-0 degli ionici, poi non sfrutta la ricezione non ottimale di Taranto e manda fuori (6-2). Entra Jensen per Qafarena: lo schiacciatore danese viene subito murato da Stefani (7-2). Jensen prova a caricarsi la squadra veronese realizzando il 7-3, poi Gironi con un pallonetto sorprende il muro avversario (8-3). Altro muro di Alletti, stavolta su Mozic: 9-3. Non va, invece, il servizio di Gironi (9-4). Joao Rafael ristabilisce il +6 (10-4), Stefani mette a terra il +7 costringendo Stoytchev al secondo timeout (11-4). Di Martino segna col primo tempo, Verona commette infrazione e Taranto vola sul +9 (13-4). Doppio cambio per Verona: dentro Zanotti e Asparuhov per Aguenier e Magalini. Joao Rafael e Stefani firmano il +11 (16-5), Falaschi incrementa il vantaggio con l’ace del 17-5. Altro cambio per gli scaligeri: entra Wounembaina per Mozic. Jensen prova a scuotere Verona ma Joao Rafael spegne subito la reazione degli ospiti (18-6). Asparuhov riduce parzialmente lo svantaggio, piazzando anche un ace (19-9). Taranto interrompe la risalita di Verona con un timeout chiesto da Di Pinto. Alletti sigla il 20-9 prima dell’errore al servizio di Stefani, Jensen accorcia (20-11). Jensen risponde al punto di Gironi (21-12), Stefani riporta sul +10 Taranto (22-12). Falaschi, di prima intenzione, mette a segno il 23-12. Gli ultimi punti rossoblù portano la firma di Joao Rafael e Stefani: Taranto si aggiudica il terzo set 25-14.

Un successo fondamentale per la squadra tarantina che scavalca la formazione scaligera in classifica. La Gioiella Prisma Taranto sale a 15 punti e, domenica prossima, sarà ospite della Top Volley Cisterna in un altro scontro fondamentale per la salvezza: prima battuta alle ore 15.30.

Gioiella Prisma Taranto – Verona Volley 3-0 (25-23, 25-23, 25-14)

Gioiella Prisma Taranto: Stefani 13, Laurenzano (L), Alletti 10, Falaschi 3, Randazzo ne, Joao Rafael 10, Gironi 14, Sabbi ne, Pochini, Freimanis ne, Di Martino 7, Dosanjh. All. Di Pinto.

Verona Volley Monza: Aguenier 5, Cortesia 2, Magalini 3, Raphael 0, Asparuhov 2, Mozic 17, Nikolic ne, Jensen 5, Spirito 0, Qafarena 9, Wounembaina 0, Zanotti 2, Donati (L), Bonami (L). All.: Stoytchev.

ARBITRI: Vagni-Simbari.

NOTE – durata set: 34, 28’, 23’. Totale: 1 ora e 25 minuti.

Commenti

Covid: Il bollettino nazionale del 16 gennaio. 927846 test e 149512 casi
La Woman Grottaglie torna da Rionero con un punto d'oro