Taranto F.c. News

Leon Merito: 'Non posso che augurare al Taranto il meglio per il futuro'

Il forte centrocampista del Brindisi a Tutto Sport Taranto: 'Girone H bello, affascinante e importante'

30.05.2020 19:18

DI ALESSIO PETRALLA

Una stagione strana, per via del Coronavirus, ma coronata con una salvezza per il Brindisi, che il forte centrocampista colombiano Leon Merito, a Tutto Sport Taranto, commenta così: “Non è stato facile allontanarsi dal campo e quindi da ciò che amo fare. Inoltre vivevamo un momento positivo e stavamo bene. Il pareggio in casa del Bitonto lo conferma: peccato che il virus ha fermato tutto. Soprattutto per noi che viviamo di questo, vederci togliere il campo da un giorno all’altro, ci ha fatto male. Speriamo resti solo un brutto ricordo”.

LE CLASSIFICHE: “Questo è un tasto molto delicato perché chi si trovava in bassa classifica voleva giocarsi sul campo la permanenza. Poi, ovviamente, chi veleggia in posizioni tranquille se ne frega. La cristallizzazione delle graduatorie fa rimanere male società e presidenti. E’ tutto da vedere con la speranza che vengano effettuate scelte giuste e ponderate altrimenti saranno casini”.

IL BILANCIO: “Il bilancio stagionale del Brindisi è molto positivo anche perché eravamo una neopromossa con tanti giovani. Avevamo vissuto un periodo di calo ma con l’arrivo di Ciullo ci siamo ripresi mostrando bel gioco. Personalmente, inizialmente, non avevo giocato tanto ma poi, sono stato rispolverato e messo al centro del progetto: per questo ringrazio Ciullo che mi ha permesso di togliermi qualche soddisfazione. Mi ha dato spazio e ho potuto aiutare i compagni. E' rimasto contento della mia serietà e delle mie prestazioni. Avevo bisogno di giocare”.

SERIE D/H: “E’ stato un bel campionato in cui i valori si stavano delineando. Un raggruppamento bello, importante ed affascinante in cui ogni domenica, in ogni partita, poteva uscire qualsiasi risultato. Nonostante il calo avrebbe vinto comunque il Bitonto”.

IL TARANTO: “Alla vigilia era una squadra forte e quadrata con singoli validissimi come il mio ex compagno Matute atleta che ha fatto solo professionismo. Gli ionici avevano grandi attaccanti e calciatori di categoria superiore. Potevano fare di più con una piazza che merita tantissimo. In questo momento, ai rossoblù, posso solo augurare il meglio con la speranza che possano tornare subito in categorie che contano”.

Si ringraziano:

 

 

Commenti

Sport amatoriali: ecco quando si può riprendere
Alberto Bosco: 'Taranto? Alcune mosse di mercato fatte per accontentare i tifosi'